Servizio di manutenzione

Il Pianoforte è costituito di legno, feltro e metallo, tutti materiali sensibili alle variazioni climatiche, è importante per una buona stabilità e conservazione dello strumento rispettare, il più possibile, i seguenti parametri con una tolleranza del 10% 

temperatura

20° C

umiditÀ

50% RH

Temperature e livelli di umidità significativamente differenti  da quelli riportati comportano variazioni nelle componenti lignee che possono compromettere la stabilità e la qualità del funzionamento sia acustico che meccanico sino a giungere, nei casi più gravi ad alterazioni irreversibili. 

Per controllare tali valori, è sufficiente munirsi di termometro ed igrometro da posizionare nella stanza dove è collocato lo strumento.

Nel caso si renda necessario, si consiglia l’uso di un deumidificatore o umidificatore dipendentemente dal problema riscontrato

La Regolazione

Serve ad impostare le misure di funzionamento della meccanica a valori ottimali, tra i più importanti:

Affondo tasto: 10 mm

Corsa Martello: 45-47 mm

Scappamento 1-3 mm

L’ intonazione 

È quella pratica in grado di modificare la densità del feltro di cui è ricoperta la testa del martello, dalla quale dipende il timbro del suono del Pianoforte. L’intonazione viene eseguita attraverso l’uso di uno strumento dotato di aghi, i quali penetrando nel feltro gli donano la giusta elasticità. Inoltre durante l’intonazione viene conferita la giusta forma al martello, di fondamentale importanza per ottenere il giusto equilibrio tra i registri

L’accordatura


Stabilisce i corretti rapporti di altezza tra le note della tastiera, consentendo le giuste consonanze. Se l’accordatura non viene effettuata periodicamente, l’educazione dell’orecchio può risentirne, oltre alla salute dello stesso strumento.


Si consiglia di effettuare gli interventi di regolazione, intonazione ed accordatura almeno 1 volta l’anno